Apologoethia – Pillars (Invictus Productions) 2017

a1923928418_16

Una cartella come un’altra. File esattamente uguali a tanti altri nel mio computer. L’etichetta no, già Invictus Productions è qualcosa di particolare. E infine Apologoethia: un gruppo-monstre. Dietro c’è Javi Bastard dei mitici Graveyard (ma anche Krossfyre e Körgull the Exterminator) assieme ad altri musicisti di quella cricca, di cui sappiamo però solo le iniziali: J.F. e L.O., sui quali posso azzardare l’identità senza esserne certo. Quindi cerco subito di invogliarvi ad assaporare la grandezza di Pillars.

Composto appunto da quattro pilastri, è capace di risucchiare ogni raggio di luce, ogni tonalità di colore al suo interno. Quando l’ho ascoltato per la prima volta stavo pensando di essermi sentito male, di aver contratto improvvisamente l’acromatopsia. È come un interruttore: clic! e il mondo diventa regno degli Apologoethia. Di solito quando un disco è inafferrabile, vuol dire che i generi sono accavallati e il risultato incomprensibile. Nel nostro caso no, è tutto così chiaro. Arpeggi puliti e oscuri fanno da contorno a un coacervo di doom crudele e pastoso, linee di chitarra classiche ci ingannano e si sconfina nel black/death metal con cantato demoniaco annesso. Uh! I Celtic Frost non sono morti e sepolti, non sono clonati spudoratamente come dai Totengott, ma sono rivisitati ed estremizzati. Tantissimi dettagli dominano la scena, come cambiamenti di riff senza preavviso e mutamenti di umore sconvolgenti all’interno della stessa canzone. Oppure come il rullante molto discreto e uno dei piatti della batteria che mi stordisce come se fossi un personaggio di Twin Peaks. È tutto così morboso, rimane addosso senza possibilità di liberarsene, come un marchio a fuoco. Al momento della stesura di questo testo non c’era neanche un brano su Youtube, ma per fortuna Bandcamp funziona alla grande. Qui sotto c’è un portale da attraversare per uscirne solo all’altro mondo. Un album pazzesco. E non dura neanche mezz’ora!
[F]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...