Intervista ai Necromutilator

Seguo i Necromutilator da diverso tempo e non mi era mai capitato di leggere molte loro interviste. Ho semplicemente fatto quel che volevo, come al solito. La band mantovana è stata protagonista lo scorso anno col massacrante secondo album chiamato Black Blood Aggression, ma attenzione: hanno da poco firmato un contratto con Osmose Records. Risponde in modo molto diretto alle mie tantissime domande il cantante / chitarrista Pest, ben noto per altre cosine blasfeme, soprattutto di recente, con Vomitmantik, Black Ejaculation e Sadomortuary. [F]

Continua a leggere…

Fetidi ectoplasmi fottimorte e putrescenti quaglie dagli occhi gialli: perché il 2019 è stato un anno meraviglioso

In questo periodo di feste e raccoglimento spirituale, nella chiusura del santo 2019, riprendo un concetto a me caro. Devo davvero dirvi io di ascoltare Blood Incantation, Devourment, Coffins, Hideous Divinity, Misery Index, Profanatica, Impiety, Teitanblood, Diocletian, Deiphago, Batushka, Mayhem, Darkened Nocturne Slaughtercult, Storm{O}, Wolfbrigade, Cult of Luna e Atlantean Kodex? Se eravate giunti su questa pagina per leggere di loro, ecco: lo avete appena fatto. Ma vi sentite davvero soddisfatti? In fondo questi sono nomi che nelle listone sono SEMPRE presenti. A ragione direi. Nel 2019 i gruppi appena citati hanno creato album bellissimi, ma – come già avrete intuito – non mi appassionano i discorsi sull’ovvio. Allora con sommo piacere mi accingo ripercorrere un anno pienissimo come quei deliziosi calamari nelle mani violente e decise di mia nonna. Non ci sono capolavori? Chissà, io dico sempre che lo scopriremo solo tra qualche anno. Ah il tutto è in ordine rigorosamente alfabetico: no alle classifiche!

Continua a leggere…