Lusitanian horde 2018 – le solide realtà: Ordem Satânica, Ruach Raah, Candelabrum, Wømb, Degredo

È più “veterano” un gruppo attivo dal 1996 con un paio di EP, oppure un altro che nell’arco di un lustro ha pubblicato almeno un lavoro all’anno? Ovviamente la risposta è: dipende, non si può tracciare un discrimine netto. Ci sono talmente tante variabili in campo… Ebbene, in Portogallo si segue la seconda delle alternative appena descritte, quindi in questa occasione tocca ai gruppi che in Italia sarebbero considerati giovani e inesperti, mentre invece hanno già un gran numero di uscite.

Continua a leggere…

Lusitanian Horde: tra passato e futuro del black metal portoghese

DOOM062_jacket.indd
Il Portogallo è vivo e vegeto. Abbiamo visto che molti gruppi storici ancora sono carichi di idee, ma c’è tutta una serie di assembramenti più recenti che sanno essere maligni e rimanere puri nel loro loculo underground. C’è anzi bisogno di scavare sotto il tipico “underground” per essere consapevoli di cosa c’e davvero in giro, anche se devo ammettere che i rampolli sono piazzati con etichette che sanno il fatto loro e il supporto può essere effettivo comprando la loro musica. Oddio, questi qui non sono proprio giovincelli, sono piuttosto un collante tra i grandi antichi tipo Corpus Christii, Decayed e via dicendo e gente alla primissima uscita, di cui leggerete presto.

Continua a leggere…