Signal Rex punta al Nord: Se Lusiferin Kannel, Sammas’ Equinox e Örmagna

Su queste pagine ho scritto tantissimo, troppo forse, su Signal Rex e sulle sue gigantesche imprese in ambito black metal, specialmente portoghese. Non voglio ripetermi, lascio solo qualche link alle passate escursioni. Stavolta la scena locale non è protagonista perché ci sono in ballo tre dischi di respiro più ampio. Chiamateli pure commerciali, vendibili, accessibili, di sicuro appeal. Non sono termini offensivi perché saltano subito alla mente se proviamo solo a paragonarli ad altre uscite della label come Snorri, Zwarte Dood, Holocausto Em Chamas e via discorrendo. Come potete immaginare, non c’è tanto da spartire con la oscura e irreprensibile sub-label Harvest of Death, le cui recenti opere meritano davvero un capitolo a parte. Signal Rex, a inizio 2019, ha deciso di volgere il suo sguardo verso Finlandia e Islanda.

Continua a leggere…

Cartoline dall’Eyjafjallajökull: il metallo islandese da non perdere (annata 2017)

eyjafjallajokull-lava_drive_in

Guardiamoci negli occhi. Nelle palle degli occhi. Sgradevole a causa del mio leggero strabismo, nevvero? Vi aspettate di leggere dei Sólstafir? Alt. Qualcosa di folkloristico tipo gli Skálmöld? Ri-alt. Non ci siamo proprio. Ma potrei perdonarvi perché potrebbe essere la vostra prima visita nella mia umile dimora virtuale. Togliete le scarpe, rutto libero e via, tutti a bruciarci il culo sull’inesauribile geyser che tiene in vita l’Islanda: il metal. Vi indico solo i gruppi che hanno pubblicato nuova musica negli ultimi mesi, altrimenti corro il rischio di fare la fine di una recensione qualsiasi di Rock & Metal In My Blood e di tediarvi sull’effetto che gli Zhrine hanno su di me. Spero che il poco materiale scritto che ho trovato su di loro sia giustificato dalla qualità della musica, talmente alta che è inutile parlarne, perché altrimenti vorrebbe dire che i webzinari italiani stanno ignorando qualcosa di grandioso. Perdonatemi, come al solito, per i termini poco appropriati o generici: succede sempre quando si ha a che fare con delle opere massime del metal moderno.

Continua a leggere…