Aspettando la terza edizione del N.W.O.I.B.M.: 100% italian, estremamente black, poco new

41092906_969630079883347_4120706496977698816_n

C’è del buono dietro l’idea di aggregare i gruppi black italiani sotto un’unica bandiera. È quanto si sono proposti Gabriele e Ferdinando con N.W.O.I.B.M. Il primo è stato il gestore del fu Daevacian, locale in provincia di Torino, ed è attualmente membro degli Schwarz Pest, con una demo all’attivo. L’altro è il cantante dei Grimace Gall, che fino ad ora hanno registrato un solo brano. N.W.O.I.B.M. (inutile esplicitarvi il significato) è in primo luogo un gruppo Facebook in cui, quando sono entrato, si postava solo black metal italiano, poi nonostante la buona volontà ho iniziato a vedere diverso spam senza interazione e ho deciso di uscirne. Ma io sono un rompipalle, se volete scoprire una miriade di gruppi locali, non dovete fare altro che scorrere la bacheca di quel posto virtuale. Annualmente N.W.O.I.B.M. organizza un festival, che è l’occasione per cui ne sto scrivendo.

Continua a leggere…

Qualche parola d’amore e di metallo sul XXIV Agglutination Metal Festival, Chiaromonte 19 agosto 2018

agglutination_2018_bis

Ogni anno, una mattina d’agosto, un metallaro si sveglia con il cruccio di dovere (o è più un volere?) scrivere un’introduzione al resoconto dell’Agglutination. Col vostro permesso, vorrei tenermi leggero e concentrato sui gruppi, i veri protagonisti, quindi vi lancio qualche punto chiave del pre-ventiquattresimo (VENTIQUATTRO EDIZIONI, ditelo con me, è monumentale come concetto): previsioni meteo che definire nefaste è un eufemismo, tanta eccitazione come al solito e un viaggio d’andata a Chiaromonte in cui ho constatato la divergenza abissale tra la Lord of All Feavers & Plagues di Altar of Madness e quella di Entangled in Chaos. Non c’entra un cazzo col festival, direte voi: e no, è stata invece una rivelazione utile per concludere il paragrafo introduttivo che altrimenti sarebbe stato esattamente uguale a quello delle altre sei edizioni a cui ho partecipato.

Continua a leggere…

Intervista agli Ad Noctem Funeriis (black metal, Italia)

AD NOCTEM FUNERIIS

L’Agglutination sta arrivando, questione di giorni. Dopo i Rome in Monochrome è tempo di raccontarvi un’altra band che troverete il 19 agosto a Chiaromonte. Anzi, è il momento che Moloch, il chitarrista degli Ad Noctem Funeriis, ci illustri come funziona una gran bella esperienza black metal nel Sud Italia e come si riesca ad andare avanti senza concedere neanche una fettina sottilissima di culo alle divagazioni commerciali che il genere oramai spesso propone. [F]

Continua a leggere…

Lucanian skills: l’arte di sovrapporre gli Yawning Man all’Agglutination

bbc-new-meme-hood-documentary

Da qualche mese tutti sanno che a Chiaromonte, tra dieci giorni esatti, si terrà la ventiquattresima edizione dell’Agglutination Metal Fest, con gruppi che tendenzialmente mi piacciono tutti: Rome in Monochrome, Circle of Witches, Ad Noctem Funeriis, Witchunter, Necrodeath, Folkstone, Pestilence e Death SS. Tenendo conto di come un fest ben più ambizioso e altisonante come il Colony Open Air (con Abbath, Dark Funeral, Taake, Carpathian Forest, Venom e tanti altri) sia andato letteralmente con le gambe all’aria appena prima della seconda edizione, capite come la costanza e la consapevolezza dei propri mezzi sia da sempre il punto di forza della rassegna di Gerardo Cafaro.

Continua a leggere…