Goath – II: Opposition (Van Records) 2018

26903790_1250710485029403_6447573269551966910_n

Sulla carta si legge due dischi in due anni, tanto che altrove li hanno indicati nelle liste dei “best newcomers” del 2017, ma è della partita gente che sta in giro da quasi vent’anni come Seed of Hate/Total Hate. I Goath mi hanno comunque stupito. Le differenze con i gruppi di provenienza (e ci aggiungo anche i Deathronation) sono marcatissime e fanno pensare a uno stadio definitivo di un’ispirazione partita da lontano, lentamente, con del black metal gracchiante e basilare.

Luciferian Goath Ritual è stato uno dei dischi più meritevoli tra quelli passati in sordina (tanti, troppi) dello scorso anno. Peccato aver cominciato il blog troppo tardi… ebbene non bisogna fare lo stesso errore con Opposition. Il lavoretto propone lo stesso venefico pastone di Deicide e Dissection, imbevuta di sana ignoranza nello stile dei primi Angelcorpse. In alcuni punti è ancor più torbido del suo predecessore, in altri ha qualche momento di sbandamento in cui il fumo prevale sulla sostanza, ma in generale si può parlare di una importantissima conferma. Assieme a I I e Lihhamon, si tratta di una delle migliori cose uscite dalla Germania negli ultimi tempi. Che il capro sia con voi. E con i Prison of Mirrors, con cui hanno girato l’Europa!

[F]

Un pensiero su “Goath – II: Opposition (Van Records) 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...