Intervista ai Solfernus (black metal, Repubblica Ceca)

Solfernus_logo_vers

Non c’è niente da fare. Quando vedo e sento entusiasmo, voglia di sbattersi e un minimo di musica di qualità, mi viene naturale spingermi fino a chiedere qualcosa ai gruppi, cercare di capire un po’ di aspetti e soddisfare curiosità sempre presenti. Quindi capita che non riesco a dire di no. Sapevo che Igor Hubik, chitarrista dei Solfernus, non era un grande intrattenitore, ci sono delle interviste rilasciate come membro dei Root che non meritano di essere chiamate così. Eppure vedete, ho insistito ed è uscita fuori una buona intervista. In ogni caso Neoantichrist non è per niente male. La versione inglese dell’intervista è in basso, perdonate i miei strafalcioni grammaticali, vi prego. [F]

Sono passati dodici anni da Hysteria in Coma e ora siete di nuovo tra noi. Che avete fatto in questo tempo? Eravate troppo occupati individualmente? La cosa più importante è quella che hai detto: siamo tornati. Se dopo dodici mesi o dopo dodici anni non importa. In ogni caso i Solfernus hanno suonato qualche bel concerto dopo la pubblicazione dell’esordio e sono stati filmati anche due videoclip. Posso dirti che c’era anche il desiderio di fare un secondo album nel 2008 ma il nostro batterista originario [Tomáš Corn, poi fondatore dei Cult of Fire, alla faccia! ndF] lasciò la band e poi anche altri membri persero lo stimolo originario. Ho continuato coi Root, certo. Ci siamo semplicemente ritrovati, tre anni fa e abbiamo tirato fuori un nuovo disco, e devo ammettere che c’è stato qualche ritardo.

Ma allora i Solfernus si sono sciolti o hanno solo smesso di suonare in questi anni? O invece siete sempre rimasti un gruppo? Bella domanda. I Solfernus furono fondati come un side project di musicisti provenienti da più gruppi locali e l’obiettivo principale era quello di fare un disco di vero black metal. Dopo il primo EP Diabolical Phenomenon ci fu anche Hysteria in Coma e poi anche dei concerti. Poi ci sciogliemmo e ci rincontrammo dopo molte stagioni. Onestamente, mi sembra che non sia un gruppo vero e proprio ma anche qualcosa in più di un semplice progetto. Questa schizofrenia artistica ci perseguita probabilmente.

Neoantichrist, un nuovo anticristo. Chi lo è oggi? Più che una persona, più che un diavolo, più che ogni dio… posso darti una mano. Cerca chi canta questa canzone e poi pensa a versi come “Fallen angel – damned soul” o anche “So proud I bear the name NEOANTICHRIST!!”. Capito?

Ehm. Torniamo alla musica. Neoantichrist ha radici nei dodici anni o risale solo agli ultimi tempi? Come può descrivermelo? Diciamo che l’intero album è stato preparato nel 2015, ma ci sono anche riff più vecchi che risalgono ai tempi in cui volevo fare un secondo album. Non è semplice descriverlo, per quanto mi riguarda. Forse l’hai fatto meglio tu nella recensione su Blog Thrower.

Perché ami Neoantichrist? Perché… [vabbè la lascio nell’espressione originale, è meglio, ndF] Cause it’s a fuckin’ great sick ‘n’ dark masterpiece!

E ora, una domanda più importante. C’è una ragione per odiarlo? Quelli indicati nel testo della title track dovrebbero odiarlo ed essere spaventati da quelle parole, proprio così!

Satanath Records ha pubblicato Neoantichrist. Quando hai conosciuto Aleksey e la sua etichetta? Abbiamo proposto l’album a diverse etichette molto attive e fanno attenzione alla qualità della musica. Satanath era una di quelle interessate e ci ha offerto le migliori condizioni. Il CD stesso all’apparenza è perfetto e la label di Aleksey ha fatto il suo meglio in termini di campagna promozionale.

SOLFERNUS 2

Che pensi dopo aver pubblicato un disco? Per te è diventato qualcosa di ordinario, dopo tutti quelli fatti anche coi Root o è sempre un passo importante? È sempre un passo molto importante, sicuramente. Inoltre il disco sta avendo feedback molto positivi non solo nella mia nazione, quindi posso dire che lo sforzo è stato ripagato. La musica e la filosofia sono totalmente diversi dai Root, per questo ho creato questo nuovo album. Sono ancora molto emozionato mentre ascolto le sue canzoni.

Pavel Kubat è il vostro nuovo batterista. Che differenze ci sono tra lui e il vecchio Tomáš Corn? Credo sia totalmente differente. Sa anche tenere ritmi più lenti, mentre Coroner faceva solo dei blast infernali 😉 In ogni caso entrambi hanno fatto degli ottimi lavori per i Solfernus!

Ti piace fare concerti? È un buon modo per trovare nuovi fan? Mi piacciono non solo per cercare nuovi fan. Un buon concerto è una forma moderna di rituale e benché duri tutto sommato pochi minuti, molte performance non vanno via dalla mente. Certamente sono una parte indimenticabile della mia vita.

La Repubblica Ceca è una gran bella nazione. Lo scorso anno sono stato al Brutal Assault, una roba fantastica. Che pensi della tua città natale? Il Brutal Assault è un evento fenomenale. Brno è un fenomeno diabolico…

Che pensi delle reazioni e delle recensioni negative? Se c’è qualche punto di vista interessante, cerco sempre di comprendere l’opinione opposta. Ma chiariamoci, queste opinioni sono irrilevanti, perché creo sempre quello che voglio.

Ti piacciono Diabolical Phenomenon e Hysteria in Coma? Amo tutto quello che ho composto o su cui ho lavorato, stanne certo!

Ti piacciono i social network? Ho visto che su Facebook è indicato anche il vostro numero di telefono. Ricevete chiamate dai fan? Non mi piacciono particolarmente. I social aiutano nella promozione della band ed è più facile lavorare con questi mezzi. Non sono tra le persone che postano foto personali della loro vita privata o condividono foto o situazioni che non interessano a nessuno. Sto ricevendo chiamate perlopiù da gente del music business.

Qualcuno dice che Big Boss è troppo vecchio per continuare a fare rock. Cos’hai da rispondere al riguardo? È lo stesso “qualcuno” che diceva lo stesso su Mick Jagger, Angus Young e Lemmy?



ENGLISH VERSION

Twelve years from Hysteria in Coma and now you are back! What did you do as Solfernus in this hiatus? Maybe you were too busy individually? The most important thing is that one you have said: we are back! If it´s after twelve months or years is not a main point. Anyway, SOLFERNUS played out a few great gigs after the debut album release, there were filmed two videoclips as well. I can say there existed also a desire to write the second album back in 2008 but our drummer left us and later also other members lost their original effort. I continued with ROOT, of course. We just gathered again three years ago and the second album is out now, I admit that with some delay;-)

670481

Solfernus were disbanded or no more active during these years? Or you were always been a band? Good question. SOLFERNUS was founded as a side project of musicians from more local bands fifteen years ago and the main goal was only one true black metal record. After the first EP „Diabolic Phenomenon“ appeared also debut full length album „Hysteria in Coma“ and even live shows. Then we split up, later met again after many seasons. To be honest, seems like it´s not a band but still much more than a project. This artistic schizophrenia suits ourselves probably.

Neoantichrist, a new antichrist. Who is the neoantichrist nowadays? More than a person, more than the Devil, more than any god… I can give you a hand: check out who sings this song and then think about words as „Fallen angel – damned soul” or even “So proud I bear the name NEOANTICHRIST!”. Got it?!

Neoantichrist was created during these 12 years or only in the last period? How can you describe the album? Let´s say the whole album was prepared during 2015 but there appear also some older riffs which I had in mind when we started to write the second album in the past. Not so easy to describe the album for me, maybe you did it better in that review for Blog Thrower.

Why do you love Neoantichrist? ´Cause it´s a fuckin´ great sick ´n´ dark masterpiece!

And this is more important: there is a reason to hate Neoantichrist? Those ones mentioned in the lines of the title track should hate and be afraid of Neoantichrist. Right!

Satanath Records published new album. When did you know Aleksey and his label? We offered the album to more labels which are really active and take care of a quality music. Satanath Records was one among others who were interested in the „Neoantichrist“ album and gave us the best conditions. The CD itself looks perfect and Aleksey´s company did their best in terms of promotional campaign.

What are your feelings about releasing a new album? It is always an important step for you, or it’s normal and ordinary, after some other albums with Root? Very important step as always, that´s sure. And more, the album gets fantastic responses not only in our country so I can see that the whole effort was really relevant. The music and philosophy is totally different from ROOT, that´s why I created this album. Still quite excited while listening to these songs.

Pavel Kubát is your new drummer, also from Root. What are the differences between him and Tomáš Corn? I guess that he´s totally different. He can play also slow parts but Coroner was into infernal blasts only;-) Both drummers did amazing job for SOLFERNUS´ albums anyway!

Do you like playing live gigs? They are a good way to find new fans? I like shows not only because of searching for new fans. Good live show is a modern form of the ritual and although it takes a few minutes only, many of performances still don´t disappear from the mind. Certainly unforgettable part of my life.

Czech Republic is a great country. I was at Brutal Assault last year, it was absolutely amazing! What do you think of your hometown? Brutal Assault is the phenomenal event. My hometown Brno is a diabolic phenomenon…

What do you think about bad reactions and reviews about you? If there´s any interesting point of view so I always try to understand the opinion from the other side. But let´s make it clear, these opinions are irrelevant ´cause I always create what I want.

Do you like your past works Hysteria in Coma and the previous EP? They aged well, in your opinion? Be sure I like all songs which I worked or cooperated on!

Do you like social networks? I see that you have also phone number on Facebook. Do you receive some callings from fans? Not especially. Network can help with the promotion of the band and it´s more easy to operate with that. I don´t belong among the people who post personal pics from their private life or share photos of situations in which nobody is interested… I´m getting phone calls from people of a music business mostly.

Someone says that Big Boss is too old to rock. Can you answer to these words? Is it that „Someone“ who is used to talk the same about Lemmy, Mick Jagger or Angus Young?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...