Intervista agli Hellish God (death metal, Italia)

26793768_1549739565094105_244034204_n

Voi direte: “ok questo ha un blog, sarà bravo con le parole”. Nulla di più sbagliato. Sono una pippa. Mi ripeto spesso e costruisco frasi ruvide, a voler essere buoni. Per questo vorrei chiedervi: avete presente quel tipo di death metal lì, che ci ha regalato negli ultimi anni uno dei dischi più belli dei Krisiun (Forged in Fury, 2015), il ritorno fenomenale dei Rebaelliun (The Hell’s Decrees, 2016) e quello non meno vulcanico degli Azarath (In Extremis, 2017)? Bene, non avrei mai pensato che l’anello successivo di questa catena dovesse essere un album italiano. E invece già da qualche settimana, ascoltando le anteprime, The Evil Emanations degli Hellish God si è rivelato per quello che è: mezz’ora da incorniciare e venerare. [F]

Nel darvi il benvenuto su Blog Thrower vi chiedo: vi piacciono i Bolt Thrower? La risposta non influenzerà le domande successive, giurin giuretto! Ciao Frank, qui Stefano (Basso e Backing Vocals)! Innanzitutto grazie per il benvenuto ed i complimenti, fa sempre piacere essere accostati ai grandi nomi a cui ci ispiriamo! Si, i Bolt Thrower ci piacciono, per quanto mi riguarda il mio preferito è …for Victory, ma non credo ci sia un loro lavoro che disdegno. Un vero peccato il rapporto che avevano live col nostro Paese negli ultimi tempi ed il fatto che si siano sciolti!

Su Metal Archives, alla voce “provenienza” è scritto qualcosa di singolare. Certo, non come Thy Sepulchral Moon (Canada/Corea del Sud), ma insomma… Non conosco molti gruppi lombardo-molisani. Come mai voi lo siete? Si tratta di necessità: il nostro è un genere di nicchia, trovare persone che sappiano suonarlo e ascoltino certe band è molto difficile. Il caso ha voluto che quattro scappati di casa a 700 km di distanza si siano trovati ad avere stessi interessi e gusti musicali. È già improbabile trovare musicisti validi disponibili, aggiungici che in pochi sono appassionati di Centurian, Krisiun, Hate Eternal, Abhorrence (BRA) ed eccoti spiegato il perché della “geografia della line up”. Per quanto mi riguarda non sono nuovo a questa situazione, io abito a Brescia, e con una mia vecchia band le prove erano a Trieste, proprio per le stesse motivazioni. Sicuramente la distanza crea delle difficoltà oggettive, ma non sarà questo a fermare il progetto.

Sentite di essere cresciuti da Impure Spiritual Forces? Lo riascoltate talvolta o è un capitolo chiuso? Assolutamente sì, e ti posso assicurare che la crescita continua. Impure… è stato per me un ascolto “da fan”: non ero nella band all’epoca delle registrazioni e ho sentito l’Ep poco prima che uscisse, quando Tya (cantante) mi contattò per coprire le parti di basso dal vivo. Erano anni che avevo chiuso con i progetti in cui suonavo quello strumento, ma una volta fatti partire sullo stereo i quattro pezzi mi è immediatamente tornata la voglia di massacrare le 5 corde. Sicuramente il full ha più spessore musicale e lirico, i nuovi pezzi (che stiamo già scrivendo per un futuro lavoro) saranno ancora più malati e U.S.-NL oriented, ma Impure Spiritual Forces è una piccola bomba atomica che ha dato il via a tutto.

Costante è l’opera di Carlo Altobelli e dei Toxic Basement Studios. Come è andata? Tutto liscio come vi aspettavate o sono sorti problemini qua e là? Il risultato è fantastico, il vostro disco ha suoni madornali, per dirla in modo fine. Sicuramente Carlo è parte integrante del risultato ottimo del disco dal punto di vista sonoro, ognuno nella band ha lavorato almeno due volte con lui (Tya anche con Mindful of Pripyat, io col mio progetto Quantum Hierarchy) ed i motivi per i quali continuiamo ad affidarci a lui sono molteplici. È un ascoltatore del genere, preparato nel suo ambito professionale, velocissimo a lavorare: basta entrare in studio preparati e suonare, dargli due indicazioni sui suoni ed il resto viene in automatico. Credimi, non è così semplice, qualsiasi musicista ti potrà raccontare esperienze allucinanti da personaggi DIY che non hanno la minima idea di come si registra e di come deve suonare un disco death metal. Da Carlo questo non accade, puoi starne certo!

Qliphoth, Tagimron, Belial: quale entità preferite tra queste? Cos’è il male per voi? Assolutamente Tagimron, hahaha! Siamo una band con un certo tema lirico e di immagine, ma non ti nascondo le risate che ci facciamo quando sui vari social network la gente ci pone domande come “WHO IS TAGIMRON?!’1?” e altri utenti prontamente trollano queste persone con risposte completamente a caso hahaha. Ad ogni modo la demonologia in generale è un aspetto determinante per Hellish God, sia per quanto riguarda i testi, che le grafiche e le atmosfere. Il male esiste, il nostro intento è di farlo suonare e penso che The Evil Emanations sia una prova inconfutabile di questo nostro obiettivo.

Nel libretto di The Evil Emanations c’è scritto “prodotto da Hellish God” e poi “co-prodotto da Everlasting Spew”. Come sta andando la collaborazione con questa rampante etichetta? Il prezzo popolare del vostro disco (otto euro) sin dall’uscita ha aiutato? Non credo che attualmente esista in Italia un’etichetta migliore della ESR, ti dirò anzi che la questione va anche oltre i confini nazionali. Giorgio e Tito lavorano come bestie per le band nel roster, hanno un’ottima distro e grandi prospettive di crescita. Sono due persone che mettono la loro passione al 100% in ciò che fanno, unita ad una professionalità unica, sia dal punto di vista promozionale che produttivo (la qualità delle stampe, del merchandise, ecc ecc) che di scouting. Per quanto riguarda il prezzo popolare del prodotto è ancora presto per darti un riscontro (siamo solo a 6 giorni dall’uscita del disco), ma sicuramente ci darà una mano.

Siete consapevoli che c’è gente come me che non sente proprio il bisogno o la curiosità di provare l’album K dei Morbid Angel a causa vostra? Come vi ponete nei confronti dei cosiddetti big del death metal? Siete per il pensionamento ai primi segni di affaticamento oppure siete favorevoli a far suonare i gruppi fino all’ultimo, a rischio rincitrullimento? Guarda per me i Morbid Angel non sono una band, ma uno stile di vita: potrebbero fare tutto l’alfabeto e ripartire, non mi stancherei mai. Mi sono fatto più seghe su Formulas Fatal to the Flesh che sui cataloghi di Postalmarket (Hail the Ancient Lingerie), quindi non sono la persona più obiettiva per darti un parere a riguardo hahaha. In ogni caso credo che valutare lavoro per lavoro sia la cosa più giusta da fare. Prendi i Deicide: primi tre pazzeschi, poi un calo innegabile, rialzano la testa con Scars Of The Crucifix e ora di nuovo a nuotare nella melma… Ma se domani compongono Legion pt 2 sicuramente festeggio… diciamo che in pensione non ci manderei nessuno, semplicemente se il prodotto non mi soddisfa non lo compro né ascolto, da qualche parte qualcosa di migliore si troverà.

Come avete vissuto la separazione tra Tya e gli Antropofagus? Era tutto già stabilito da qualche tempo? A prescindere dal fatto che M.O.R.T.E. non è la mia pubblicazione preferita della band, credo che lui con gli Hellish God abbia fatto un grande salto di qualità. In realtà la separazione non è stata un fulmine a ciel sereno, Tya ne aveva già parlato sia con noi che con gli Antro, quindi diciamo che era una news preannunciata. Dispiace sicuramente perché non stiamo parlando degli ultimi arrivati, ma di una band che ha fatto un pezzo di storia del genere nella nostra penisola, ma egoisticamente fa piacere avere un frontman come lui ancora più concentrato sul progetto Hellish God. Sicuramente sul nostro full si è trovato a suo agio completo, a partire dalla composizione dei testi. La sua voce e le sue metriche sono un punto di forza della band, se unisci l’esperienza live ed in studio tutto questo rende Tya un membro insostituibile!

Voi siete giovani di formazione ma ben più rodati con precedenti progetti. A proposito di Burst Bowel, Vesper e gli altri, come li giudicate a distanza di qualche anno? Potevate fare di più o siete soddisfatti? Al momento Michele sta ultimando il secondo lavoro con Burst Bowel, sarà sicuramente più articolato del primo e più brutale. Vesper, nei quali militava Luigi, presumo sia un progetto attualmente concluso. Per quanto mi riguarda non ho tanti rimorsi con le mie bands precedenti, forse l’unico è quello di non aver registrato un full con Imposer dopo il mini con la formazione a tre, ma sono tutte esperienze che fanno crescere. La realtà attuale è Hellish God e tendiamo tutti a guardare avanti piuttosto che a voltarci verso il passato: un conto è analizzarlo e trarne vantaggi, un altro è il desiderio di tornare indietro.

26551669_1549739371760791_171011468_n

Da fan terrone vi chiedo: perché non suonerete coi Pestilence e soprattutto coi Rebaelliun anche a Roma? Che rapporti avete? Fabiano Penna, che ho intervistato un annetto fa, è una persona d’oro. Fabiano ha partecipato con un solo su Sharay Maveth dal nostro primo Ep. Per noi i Rebaelliun sono mostri sacri ed il fatto che lui si sia reso disponibile per questa collaborazione quando ancora non c’era nemmeno il nome della nostra band in circolazione la dice lunga su quanto sia una persona squisita ed appassionata. Riguardo la data di Roma non saprei dirti, sicuramente quella di Milano è logisticamente più appetibile per tutti noi, ma siamo sempre aperti a proposte live, quindi chissà che a breve non capiteremo proprio da quelle parti.

Vi danno più fastidio i gruppi che suonano male, quelli che arrivano in ritardo al sound-check o quelli che vanno via senza salutare? E soprattutto: voi vi riconoscete in almeno una di queste categorie? Hahaha, detta così ti dico che non ci riconosciamo in nessuna di queste categorie, probabilmente se andiamo senza salutare è dovuto al fatto che il nostro fegato ci ha lasciati una volta scesi dal palco, ma dovremmo chiedere alle altre bands hahaha. Sinceramente ci interessa poco di quello che fanno gli altri gruppi, l’importante è trovarsi in contesti divertenti e più professionali possibile.

Un giovane gruppo death cosa deve fare con le proprie idee e le proprie canzoni? Viene prima la registrazione / pubblicazione di qualcosa o viene prima il live? A quel punto come barcamenarsi? Che agenzie di booking è possibile contattare senza essere spennati? C’è un modo per sgamare le migliori/peggiori? Al giorno d’oggi è difficile uscire live senza almeno un promo registrato, quindi tendo a dirti che lo studio viene prima di ogni live, ma ci possono essere delle eccezioni. Riguardo le agenzie non saprei proprio dirti, ho sempre avuto un pessimo rapporto con certi “enti” in passato, quindi, personalmente non so chi consigliare. Tieni presente che fare più di 4 o 5 date l’anno in Italia con un gruppo Death è quasi inutile, siamo un paese piccolo e la gente è sempre quella. Non si può pretendere di riempire i locali suonando 2-3 volte al mese: meglio poche uscite ma ben fatte. Spesso conviene organizzare direttamente con altre bands amiche o con gestori di locali conosciuti, piuttosto che ritrovarsi a pagare un’agenzia 200€ al mese e suonare di mercoledì alla “Sagra del Raviolo” di Sassuolo. Dalla nostra abbiamo poi la fortuna di lavorare con Tito della Everlasting, che è un ottimo agente per i live. Pur non occupandosi direttamente del nostro booking, potremo sicuramente appoggiarci a lui per alcune situazioni.

Cosa ascoltano e cantano sotto la doccia gli Hellish God? Così prendiamo due piccioni con una fava: soddisfo una curiosità musicale e inoltre i vostri fan capiranno che l’igiene personale è una gran bella cosa. Se mi faccio la doccia con saponette naturali al riso la scelta obbligata è George Michael solista nel primo periodo “post Wham”, penso che il giro di sax su Careless Whisper sia il motivetto più cantato nel mondo per detergersi dopo le 21.00. In altre occasioni qualche invocazione in babilonese dei Morbid Angel è più che sufficiente. Il tutto accompagnato da uno shampoo all’acquaragia.

10 pensieri su “Intervista agli Hellish God (death metal, Italia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...