Vesicant – Shadows Of Cleansing Iron (Iron Bonehead Productions), 2017

649523

Non so cosa sta succedendo in Nuova Zelanda. Probabilmente da qualche anno è diventata teatro di test nucleari e ciò ha reso i ragazzi tra i venti e i trent’anni una sorta di mutanti incredibilmente violenti e affascinati dalla guerra. Da lì a formare gruppi metal dalla violenza spropositata il passo è breve.

Giusto pochi mesi fa rimanevo sconvolto dall’esordio degli Heresiarch, ed oggi faccio il bis con i Vesicant, il cui ex batterista è il cantante dei primi. Ci sono punti di contatto anche musicalmente, ma il cupo Shadows Of Cleansing Iron cammina sulle proprie gambe senza alcuna fatica. E poi BOOOM! esplode senza preavviso. I due baldi giovani sganciano spesso e volentieri dei rallentamenti death/doom sconquassanti e molto evidenziati, e ciò li distanzia sia dagli stessi Heresiarch che dai mitici Diocletian (prima o poi me lo fate un disco nuovo, me lo sento). Chitarroni iper distorti e giganteschi sono la regola, così come una preparazione tecnica che non fa risultare tutto insensato, nonostante la foga sanguinaria che pervade ogni attimo dell’ascolto. Visto l’andamento appesantito e le tematiche, con un altro po’ di approfondimento storico i Vesicant possono assurgere a diventare una sorta di Hail of Bullets della scena death/black neozelandese. Intensità assurda e riffoni squadrati sì, spero non vorrete anche fantasia o varietà.
[F]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...