Deny The Urge – As Darkness Falls (G.U.C.), 2017

658235

Chi avrebbe mai scommesso un euro su un gruppo chiamato così? Pensate faccia thrash becero o insipido metalcore? Nulla di più sbagliato. Il loro debutto del 2004 era un mostro alla Suffocation in salsa mitteleuropea. Nel successore Black Box Of Human Sorrow, uscito quattro anni dopo, c’era più death metal europeo, con qualche cosetta alla Arch Enemy vecchia maniera. Solo oggi i tedeschi, con formazione stravolta, arrivano al terzo album. Continuità zero sotto ogni profilo purtroppo.

E infatti As Darkness Falls è un ideale ibrido tra i Morbid Angel e i Vader. Hanno anche James Stewart alla batteria! Ed è una ottima cosa visto che The Empire (ultimo album dei polacchi) era una completa ciofeca. Non c’è tantissimo dei vecchi Deny The Urge. La produzione è più sporca e minacciosa e i brani generalmente più corti. Ma non è tutto qui. La voce è un incrocio bastardo tra Frank Mullen e Piotr Wiwczarek, mentre i riff non sono chissà quanto fantasiosi, sicuramente meno dei canadesi Entity, ma rispetto a loro l’esperienza ha giocato un ruolo molto importante perché sono riusciti a capitalizzarli al massimo. Anche se la varietà non è molto elevata a parte la grandissima e atmosferica On The Surface, il tasso tecnico quantomeno nella media riesce a movimentare le cose. Il disco potrebbe finire alla nona traccia, Perfect Disguise. Dopo di essa solo Medusa è degna di nota e bisogna fare i conti con un interludio superfluo (Vatermoran), una strumentale prog avulsa dal resto dei brani e dal mood complessivo (The Processing), e Separated Flesh a metà tra un embrione di una canzone e una outro. A parte ciò resta comunque molto, quello dei Deny The Urge è un ritorno tanto inatteso quanto gradito. Date loro fiducia a dispetto del loro nome per nulla invitante.
[F]

2 pensieri su “Deny The Urge – As Darkness Falls (G.U.C.), 2017

  1. […] Deny the Urge: nove anni. Shaarimoth: dodici anni. Leng Tch’e: sette anni. Urn: nove anni. Death Toll 80k: sei anni. E infine Arkhon Infaustus: dieci anni. Tutte queste buone o ottime band hanno aspettato tantissimo per pubblicare qualcosa di nuovo. E il destino ha voluto che fosse tutto allineato per succedere nel 2017. […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...